.
Annunci online

 
laurana 
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 
  cerca


 

diario |
 
Diario
390434visite.

23 marzo 2017

Bersani recidivo

Il famoso incontro in streaming tra Bersani ( e Letta: c'era anche lui) vincitore striminzito (25%)delle elezioni del 2013 con i rappresentanti del Movimento 5 Stelle viene ciclicamente citato come esempio dello sbeffeggiamento del PD da parte dei grillini emergenti.

Ora che ha lasciato il partito e viene accreditato (grazie ai transfughi di SEL) del 4% si dichiara disposto a trattare con gli eventuali 5 Stelle vincenti saltando a piedi pari il PD. Riesce a farsi rimbeccare anche da D'Alema. Guerini lo definisce "confuso" e a questo punto ( è triste dirlo) mi pare un eufemismo.

22 marzo 2017

Un assessore per i lavori pubblici di Roma

Eliminato ( o eliminatosi) l'esperto,estroso,scomodo Berdini, l'assessorato è stato sdoppiato affidando l'urbanistica al professorino Montuori e ricercando per i lavori pubblici ( una sinecura per una città come Roma), con apposito bando, una donna laureata (preferibilmente in architettura o ingegneria) iscritta al Movimento 5 Stelle non più tardi del gennaio 2016.

Questa seconda condizione assicurerà molto probabilmente alla giunta capitolina un'incompetente di provata fede grillina. Se mi sbaglio sono pronto a ricredermi. Magari facciamo un pochino in fretta.

19 marzo 2017

Le piccole amnesie del professor Ainis

Ho molto apprezzato su "La Repubblica" di sabato 18 l'articolo del professor Ainis dal titolo "I dieci diritti negati dal parlamento immobile" dove si prendono in esame le varie leggi, sacrosante per un paese civile,in gran parte approvate dalla Camera che giacciono in Senato dove c'è chi frena e chi si oppone. Benissimo. Non una sola parola sul fatto che il no al referendum del 4 dicembre ci ha conservato il simpatico bicameralismo paritario. Se ben ricordo il professore era (sia pure non troppo faziosamente) schierato per il no. E come se non bastasse correttamente si chiede che fine faranno queste leggi in un futuro parlamento eventualmente eletto con una legge elettorale proporzionale. Zitto però sulla discutibile sentenza della corte costituzionale.

18 marzo 2017

Paolo Flores D'Arcais : l'evoluzione continua

Il direttore di Micromega si è distinto nel corso degli anni per le varie infatuazioni, di più o meno lunga durata, nei confronti di vari esponenti  della politica italiana. Ricordo tra le sue cose più recenti le sue perorazioni a favore del Movimento 5 Stelle e di Chiara Appendino in particolare in occasione delle elezioni a Torino. Divertente anche la raccolta di firme a favore di un governo Rodotà-Zagrebelsky dopo il referendum di dicembre e le dimissioni di Renzi.

Oggi su "La Repubblica" compare un suo intervento fortemente critico nei confronti del Movimento (che sintetizza quanto scritto nell'ultimo numero della sua rivista) in cui le frasi conclusive sono:
-"In un numero precedente di Micromega mi ero domandato fino a quando si sarebbe potuto votare ancora M5S...La misura era dunque già colma. L'ukase defenestratorio di Genova costituisce la goccia che fa traboccare il vaso : nemmeno il M5S è più votabile.
Apprezzabile il desiderio di rendere noto ad un uditorio più vasto dei lettori di Micromega il suo definitivo disamore.Ma un pochino di senso critico in più da parte di un noto intellettuale non sarebbe auspicabile?
P.S: Mi è sfuggito purtroppo il suo atteggiamento nei confronti di Virginia Raggi.

16 marzo 2017

Il ridicolo delle elezioni olandesi

Tutta l'Europa in allarme per i risultati. Quando gli exit poll ( grazie a Dio non fasulli) hanno detto che la destra xenofoba di Wilders era arrivata seconda (aumentando i seggi da 15 a 20 in un parlamento di 150) si e' scatenata una ridda di dichiarazioni europee per il "successo" dei liberaldemocratici di Rutte arrivato primo con 33 seggi ( perdendone 8!!!). Lo stesso Rutte si e' lanciato in dichiarazioni ridicolmente presuntuose. Una serie di altri partitini hanno preso seggi in modica quantità (legge elettorale rigorosamente proporzionale!):verdi in ascesa,socialisti ex alleati di Rutte in caduta libera. Sara' necessaria una coalizione multipla per arrivare almeno a 76.

Figuriamoci cosa potrebbe succedere in Italia,dotata anche di un simpatico bicameralismo paritario!
Eppure si ascoltano politici e professori italiani che si rallegrano di una (due per la verità') legge elettorale proporzionale in omaggio alla rappresentanza ma infischiandosene bellamente della governabilità'.

12 marzo 2017

Pubblicità abusiva (e vile)

Ogni tanto mi capita di scrivere di pubblicità brutta o sciocca o falsa, ma si sa chi la pubblica e chi la paga. In questo caso è diverso. Stamattina il rione Monti (ma ovviamente anche altri suppongo) era tappezzato di manifesti (forse già affissi da qualche giorno) con due frasi salienti a caratteri grandi:


-NO all'istigazione al suicidio da parte dello stato
-NO al testamento biologico

Poi una frase farneticante:

Dietro al testamento biologico ci sono egoismo,profitti e una mentalità eugenetica per cui chi non produce ha minore dignità.

Uno solo dei tanti manifesti era parzialmente coperto dalla scritta "pubblicità abusiva".
Quello che contesto è la vigliaccheria di chi affigge tali manifesti in maniera totalmente anonima.


..




10 marzo 2017

Virginia e le buche

La vicenda del babbo di Renzi ( di cui non riesco a pensare un gran bene) che ha riempito gran parte dei quotidiani  ci ha fatto dimenticare per qualche giorno i problemi di Roma e, per partire dal basso, il problema delle buche stradali. Non avevo nessuna evidenza nel mio quartiere e in quelli adiacenti di interventi del comune. Ieri, andando verso un mercato, ho percorso una strada larga e lunga dove le auto tendono a scorrere ad alta velocità anche se disseminata di buche di relativamente piccole dimensioni. Nelle scorse settimane vedevo un' auto della polizia stradale appostata ( si fa per dire,in realtà visibilissima) per comminare sanzioni ai corridori.

Ieri invece della polizia c'era un autocarro comunale con tre persone impegnate a colmare le buche scodellando la miscela bituminosa senza alcun tentativo almeno di compattarla, lasciando il compito ai pneumatici degli automobilisti di passaggio. Ho l'impressione che Virginia Raggi stia adottando la stessa tecnica ampiamente collaudata da Alemanno ( e forse anche da Marino) per assicurare ai cittadini una manutenzione continua visto che i rattoppi durano una ventina di giorni.

9 marzo 2017

L'Ungheria e l'Europa

Se l'Ungheria promulga una legge per cui ogni profugo che entra nel paese finisce immediatamente in carcere e l'Europa non reagisce immediatamente,vigorosamente e inequivocabilmente, quale sarà la credibilità delle osservazioni,dei rimproveri ,delle richieste inoltrate a qualsiasi altro paese su qualsiasi altra infrazione?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Ungheria Europa profughi

permalink | inviato da eugemari il 9/3/2017 alle 14:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

6 marzo 2017

Disgrazie italiane

Negli ultimi tempi ho accumulato tanti motivi per dolermi delle vicende politiche italiane che ho finito per tacere a lungo.

Oggi voglio semplicemente elencarle come se fosse un modo per addolcirle.
- La sentenza della corte costituzionale sul vituperato Italicum che rischia seriamente di ricondurre l'Italia nella migliore delle ipotesi a governi di coalizione ingestibili.
- La scissione nel PD più animata dai rancori dei rottamati che dall'obiettivo di rivitalizzare la sinistra annacquata dal renzismo.
- La scissione di circa una metà di SEL,disposta ad un'alleanza futura col PD ( al contrario di  Sinistra Italiana che dice "mai col PD") confluita per motivi di rappresentanza parlamentare proprio con gli scissionisti del PD invece che con l'ipotetico Campo progressista di Pisapia.
- Le convulsioni sulle date del congresso e delle primarie del PD.
- Il comportamento "scomposto" dI Emiliano ( questi magistrati in politica!) in confronto con quello serio di Orlando ( un'utopia Orlando segretario e Renzi premier?)
- L'attivismo più che deprecabile di babbo Renzi che il figlio avrebbe dovuto tenere al guinzaglio (con museruola) conoscendone le attitudini.
- il comportamento del Nucleo dei carabinieri al servizio (!) della magistratura che spiffera notizie delle indagini in corso in maniera così spudorata da farsi esonerare.
- L'incresciosa vicenda dello stadio della Roma inquinata dalla necessità di non perdere il consenso dei palazzinari da una parte e dei tifosi romanisti dall'altra.
- L'atteggiamento ambiguo di personaggi della politica e dello spettacolo di fede romanista.
- L'incapacità di trovare un decente sostituto di Berdini per un assessorato vitale come l'urbanistica( e sempre capo di gabinetto cercasi).
- La crescita a dismisura delle buche stradali (nonostante la relativamente poco piovosità) tanto per parlare di un argomento più prosaico. Vengo a sapere di cadute e fratture multiple solo nell'ambito della zona e delle persone che conosco.

3 marzo 2017

Cinema: "Vi presento Toni Erdmann" di Maren Ade

Sono stato ...truffato.Questa è la prima frase che mi è venuta in mente all'uscita dalla proiezione dei 160 minuti del film della giovane regista e sceneggiatrice tedesca.

Sono stato truffato dalla federazione dei giornalisti cinematografici che lo hanno premiato a Cannes 2016,forse per distinguersi dalla giuria ufficiale che ha premiato altri ottimi film ( di Loach,di Mungiu,di Fahradi). Sono stato truffato dai vari articoli e interviste che hanno parlato,ben prima dell'uscita in sala,dell'originalità di un film tedesco insolitamente divertente. Sono stato anche ingannato anche dal trailer abbastanza divertente nella sua concisione (mentre a volte i trailers riescono anche a nuocere alla pellicola intera)
Qui la vicenda di un padre burlone che vuole recuperare il rapporto con la figlia in lunga missione a Bucarest ( dedicata a un improbabile e truffaldina operazione di delocalizzazione ) viene dilatata oltre misura suscitando qualche modesta riflessione,provocando qualche risatina ed annoiando nell'interminabile finale,non senza ricorrere a qualche scena di dubbio gusto.Solo la morte della nonna mette fine (forse) al tormentone.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. toni erdmann maren ade

permalink | inviato da eugemari il 3/3/2017 alle 19:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
febbraio